Officina Naturae

Nasce all’interno dell’esperienza del Gruppo di Acquisto Solidale di Rimini, per rispondere alla richiesta di cosmetici e detersivi che siano ecologici, efficaci, etici.

I prodotti sono ecocompatibili, facilmente, rapidamente e completamente biodegradabile. Se avete in casa un loro flacone potete leggerne le caratteristiche su ogni etichetta, se avete scelto lo sfuso, sul loro sito è riportato ogni componente.

Oltre al detergente in sé e al contenitore, che vedremo di seguito, viene curato l’impatto ecologico del capannone in cui si lavora, scegliendo coperture, infissi, vernici, che siano tutte ecologiche e a basso impatto.

Vegan ok

Le formulazioni sono dermatologicamente testate ma non su animali, Officina Naturae aderisce al disciplinare Vegan OK, non utilizza e non commissiona test su animali per sperimentare o sviluppare i suoi prodotti e relativi ingredienti.

Per maggiori informazioni: www.veganok.com

 

La filiera e il chilometraggio

Gli ingredienti sono scelti perché derivano da materie prime di origine vegetale o minerale e perché sono facilmente reperibili a brevi distanze e/o provenienti da piccole aziende con metodi di agricoltura biologica e comportamento etico nei confronti dei propri dipendenti.

Non vengono utilizzate materie prime di origine petrolchimica o animale o sostanze di sintesi con azione nociva.

Quando il km non è zero, è equosolidale

Per la sua prima linea di cosmetici, Officina Naturae sceglie il Burro di Chiuri, un burro vegetale utilizzato da millenni proprio dalla popolazione dei Chepang, nel Nepal.

Tramite una ONG locale viene intrapreso, sin dal 2004, un rapporto di cooperazione per rifornirsi di questa materia prima con spiccate caratteristiche funzionali e bio-ecologiche.

Contenitori in bioplastica

 

Quando la butti nella differenzaita della plastica, è riciclabile al 100%.
Non è compostabile a causa della conformazione dei flaconi che non avrebbero sufficiente tempo di degradazione.

I contenitori dei detergenti liquidi, sono in bioplastica, realizzata con un polietilene verde (biobased) proveniente dalla sintesi di bioetanolo da canna da zucchero coltivata, responsabilmente, in Brasile.

Proviene quasi completamente da risorse rinnovabili, l’intero ciclo di vita di questa bioplasatica, riduce le emissioni di CO2 rispetto alla produzione della stessa plastica (HDPE) da risorse fossili.

Quando la forma è importante: Ecodesign. In che senso?

I contenitori sono progettati per avere un buon rapporto tra dimensioni, volume occupato e quantità contenuta, messi l’uno vicino all’altro negli scatoloni, i contenitori prendono meno spazio, per questa ragione diminuisce:

  • il consumo di cartone
  • il consumo di risorse primarie
  • il volume trasportato
  • diminuisce la produzione di CO2
  • diminuisce infine lo spazio occupato nelle abitazioni e nei punti vendita

 

Il confronto diretto con il consumatore

Officina Naturae dichiara fondamentali il dialogo ed il confronto, anche diretto, con chi vuole conoscere i prodotti e le scelte ecologiste ed etiche.

Anche dal sito si coglie la loro voglia di essere chiari ed informare sul significato e l’importanza delle loro scelte.

www.officinanaturae.com