Pausa natalizia

Marcoledì 19 dicembre sarà l’ultima consegna dell’anno, mercoledì 9 gennaio sarà la prima consegna dopo la pausa natalizia

Potremo di nuovo ordinare sabato 5 gennaio.

Pronti per un 2019 che si annuncia strepitoso?

Buone feste

il pulmino arriva 2 ore dopo (dal 31 ottobre)

Dal 31 ottobre le consegne slitteranno di 2 ore

perché nel locale dove vengono preparate le cassette (della parrocchia S Bernardino di Piombino), troverà posto la mensa della Caritas per il pranzo ai bisognosi.
Speriamo che i nuovi orari possano risultare più comodi per molti.

Da mercoledì 31 ottobre testeremo questi nuovi orari

Grazie a ciascuno.

Le risaie di Ariane e le scelte di Chiara

In questi ultimi giorni ben due visite aziendali.
Aspetti rivelatori


Il ritorno delle libellule

Alla tenuta S. Carlo di cui abbiamo già parlato, ci ha accolto Ariane la proprietaria che ci ha condotto a visitare le risaie in cui pratica rotazioni e tecniche agronomiche per salvaguardare la fertilità, alla tenuta S. Carlo dicevo sono tornate le libellule, l’ecosistema sta ritrovando un equilibrio, si vede anche dalla diminuzione delle zanzare, naturalmente contenute, senza bisogno di interventi come nelle risaie convenzionali, in questo equilibrio anche vedere più infestanti rispetto ad altre risaie, fa parte del gioco, il raccolto diminuisce e questo spiega anche la diversità di prezzo con il riso coltivato convenzionalmente. Abbiamo apprezzato la scelta di Ariane di fare biologico in una regione in cui è l’unica a farlo, il dazio da pagare è l’assenza di una riseria biologica in tutta la Toscana che la obbliga ad una lavorazione, a pietra, nei pressi di Novara. Sul sito trovate il riso Archimede integrale e non e il Carnaroli. Per chi acquista il riso senza etichetta c’è uno sconto, per questo trovate sul sito lo stesso prodotto con e senza etichetta.
I prodotti di Ariane

La selezione

Stupisce sentire le scelte di Chiara, laurea umanistica, con un lavoro sicuro, che ha lasciato per intraprendere la via dei campi, la incontriamo con gli stivali pieni di terra, assieme al padre; ha sul campo una bella produzione naturale che non usa chimica, neanche quella ammessa nel biologico, coltiva tra le “infestanti”.
“Mi si sono ammalati i cetrioli, – ci dice – ma non ho tolto la parte colpita, volevo vedere la loro reazione, alcuni si sono autodifesi, sono guariti, userò i loro semi per la coltivazione del prossimo anno”. Un piccolo stralcio. Ci è piaciuto questo recupero di atteggiamento dei vecchi contadini, abbinato ad un approccio al passo con le conoscenze che si elaborano nei centri di ricerca come le università di agraria. Così non stupisce che non solo non diserba i sui terreni, ma li inerba con il trifoglio nano, il terreno si arricchisce di azoto, resta morbido, l’acqua filtra, la fertilità aumenta, l’erosione si annulla, e il sapore di quei prodotti? non ci resta che provarli

I prodotti di Chiara

Mercato della Filiera – Follonica


Follonica, mercato centrale
23 agosto 17,30-22,30


Mercato della Filiera

Il Pulmino al Mercato

Una parte dei produttori del Pulmino saranno presenti, con prodotti e valori, al Mercato della Filiera assieme a piccole aziende locali e virtuose che non appartengono alla grande distribuzione. Con esse abbiamo avviato una collaborazione sulla base di principi condivisi.  Ci saranno poche aziende, ma è dai piccoli passi che iniziano le storie. Abbiamo molte idee per il futuro prossimo, come quella di arrivare ad una garanzia partecipata, che prevede, tra l’altro, visite poderali o nei laboratori da parte della rete di mercato. Ci sono già valori condivisi:

Rispettare la non-concorrenzialità e favorire la collaborazione fra gli espositori nell’affinamento della qualità ecologica e sociale dei prodotti esposti.

Perché l’economia di relazione subordina l’economia di mercato

I produttori del Pulmino si impegnano a garantire e preservare la fertilità e la salubrità dei terreni, la qualità delle acque di falda, dell’aria e di tutti i vegetali, insetti e animali che vivono nelle aree delle loro aziende.
Inoltre, si impegnano ad evitare sprechi e produzioni di rifiuti indifferenziati in tutte le fasi di lavorazione, trasformazione e distribuzione

Il tutto a prezzi non discriminanti

Bello, no? Per continuare ci servono le vostre gambe. Venite a trovarci

Pausa agostana

Cari,
Come ogni anno il pulmino va in vacanza qualche settimana d’agosto

Ultima consegna mercoledì 1 agosto; dopo la pausa la prima consegna sarà mercoledì 29 agosto per gli ordini arrivati entro lunedì 27 ore 20. Sul sito le disponibilità saranno aggiornate la sera di sabato 25.

Grazie ad ognuno di noi, sia che vada in vacanza, che resti a casa o che lavori.
Una buona estate

Riso Tenuta San Carlo

Cari
Riso

da questa settimana e per un quantitativo limitato abbiamo in prova il riso della Tenuta San Carlo.

Si tratta dell’unico riso biologico prodotto in Toscana, per la precisione a Principina di Grosseto.

L’azienda di oltre 400 Ha, si trova tra mare ed Ombrone e comprende boschi, macchia mediterranea e aree paludose, vi è anche un allevamento allo stato brado. Quest’anno ha completato il passaggio al biologico con quello che ne consegue. La lavorazione avviene in una risiera di Novara con lavorazione a pietra.
Possiamo acquistare il Carnaroli raffinato e una varietà di Ribe che si chiama Archimede, ideale per risotti, minestre, insalate, sia raffinato che integrale. Il prezzo ci è sembrato un po’ alto, 6 euro per il Carnaroli e 5 per l’Archimede, tuttavia date le caratteristiche abbiamo ritenuto di prenderlo in prova, e di valutare se continuare o meno la fornitura. (Comunque continueremo con il riso S. Andrea della Sicilia coltivato in asciutta)
Per il riso in prova attendiamo le reazioni, se il riscontro sarà positivo organizzeremo una visita in azienda aperta a tutti i soci che desiderano venire.

Mercato della Filiera – Follonica


Follonica, mercato centrale
A giugno, data da definirsi


Il Mercato della Filiera è un mercato di prodotti locali che abbiamo cofondato in rete sui principi del Pulmino, cui molti aderiranno, altri no.

Il Pulmino al Mercato

I produttori del Pulmino si presenteranno al Mercato della Filiera con i propri principi, eccoli qua:
Ci saranno piccole aziende che non appartengono alla grande distribuzione e non sempre possono permettersi certificazioni, per questo c’è la garanzia partecipata, che prevede, tra l’altro, visite poderali o nei laboratori da parte della rete di mercato.

Rispetteranno la non-concorrenzialità e favorendo la collaborazione fra gli espositori nell’affinamento della qualità ecologica e sociale dei prodotti esposti.

L’economia di relazione è preferita all’economia di mercato

I produttori del Pulmino si impegnano a garantire e preservare la fertilità e la salubrità dei terreni, la qualità delle acque di falda, dell’aria e di tutti i vegetali, insetti e animali che vivono nelle aree delle loro aziende.
Inoltre, si impegnano ad evitare sprechi e produzioni di rifiuti indifferenziati in tutte le fasi di lavorazione, trasformazione e distribuzione

Il tutto a prezzi non discriminanti

Bello, no?

Energiro mercoledì 9 maggio

per conoscere una fornitrice di energia sostenibile

ore 18 Massa Ma.ma Portale degli Etruschi, complesso delle Clarisse

Energiro

Ènostra fornisce energia elettrica sostenibile da fonti rinnovabili, si presenterà all’Energiro, il percorso in bici da Padova a Roma che mercoledì 9 maggio fa tappa a Massa M.ma.

L’appuntamento è:
mercoledì 9 maggio ore 18.00
Massa Marittima, Portale degli Etrusci, Complesso delle Clarisse
sala Mariella Gennai

“Il tour è organizzato grazie alla collaborazione con partner, organizzazioni e reti esistenti, che si avvicenderanno, di tappa in tappa, al fianco di ènostra: dai GIT di Banca Etica ai Circoli di Legambiente, da Italia che cambia ai mercati contadini, dagli orti urbani alla rete di PAEA (Progetti alternativi per l’energia e l’ambiente).
…L’obiettivo è far conoscere e crescere un modello energetico, democratico e partecipato che, chiudendo il cerchio tra produzione, risparmio e consumo, favorisce la transizione energetica dalle fossili alle rinnovabili, ponendo al centro il cittadino nel suo ruolo di consumatore attivo e consapevole, ma anche di produttore.”

La bolletta

Ci sarà uno sportello di E’nostra per fare tutte le domande che vi vengono in mente, confrontare i prezzi in bolletta e eventualmente cambiare gestore.
Per il cambio è necessario portare una bolletta, i dati catastali (che possono essere richiesti anche da E’nostra previo accordo), l’IBAN e il codice fiscale.

La tappa dell’Energiro a Massa M.ma

Ènostra

è un fornitore cooperativo che acquista l’energia direttamente dagli impianti dei produttori, primo tra i quali Retenergie, cofondatore e partner tecnico dell’impresa.
Tra l’altro è stato avviato un percorso verso la fusione delle due cooperative.
Vai al sito di Ènostra

Retenergie

è una cooperativa che basa il suo operato sulla partecipazione, l’autogestione e la solidarietà, considerando l’energia un bene comune.
L’obiettivo della cooperativa è di produrre energia rinnovabile con impianti costruiti attraverso l’azionariato popolare, vendere l’energia prodotta e offrire servizi di efficienza energetica ai Soci.

Ci siamo dati queste regole

La ricerca dei fornitori è una delle parti che più ci qualificano, il produttore che voglia parteciapre è tenuto a seguire i principi che ci hanno guidato fin’ora, che sono:

IMPRESCINDIBILI

a) Produzioni attente e rispettose della natura, delle sue risorse e della salute di chi lavora e di chi acquista, non solo e non tanto formalmente, ma sostanzialmente.
b) L’azienda e i singoli prodotti non devono essere frutto di rapporti iniqui come lo sfruttamento, ma con logiche aziendali responsabili nei confronti delle comunità, e che sviluppino possibilmente relazioni di lavoro che lascino spazio al sorriso

DA VALUTARE SEMPRE

c) Criterio di vicinanza (in genere, si prendono cose lontane quando non ce ne sono di vicine p.e. arance)
d) rapporto diretto con chi produce, con trasparenza, per arrivare a una fiducia reciproca
e) Per i beni di base prezzo accessibile
Con particolare predilezione per
f) Realtà con un valore sociale aggiunto, che operano avendo presente i beni comuni e/o dove avviene integrazione sociale di soggetti in difficoltà.

Primizie deludenti al gusto

Cari,
volevo accennare ad un problema che a volte si riscontra, capita che alcuni prodotti si rivelino deludenti al gusto.

Nell’ultimo mese abbiamo fatto tre segnalazioni, di cui una è partita proprio da me, i fichi di giovedì scorso, e le primissime albicocche, entrambe riguardanti primizie e un mazzetto di menta già poco in forma prima di partire cui è seguito trasporto non adeguato. Per le primizie quando sono state inseriti sul sito nessuno, forse nemmeno il produttore, sapeva bene come sarebbero state, nel caso dei fichi ho visto io raccoglierli il giovedì mattina prima della partenza, e assaggiandoli ho provato quella delusione, aumentata dall’aspettativa tradita che si ha con un frutto colto e mangiato. Lo stesso per le albicocche “Bella Imola” una varietà precoce, ma insapore di suo.
In entrambi i casi c’erano freschezza e genuinità senza sapore, si è rimediato subito, viste le segnalazioni tempestive, e alla fine abbiamo avuto albicocche di ottima qualità in tutti i sensi, a prezzi veramente bassi rispetto al corrispettivo biologico acquistato in bottega.
Ringrazio quindi chi fa le segnalazioni, perché le osservazioni di ognuno contribuiscono a diventare un bene per tutti, anche quelle positive che ci indirizzano e creano un rapporto di fiducia.

Comunicato Iris sulla polenta

Comunicato IRIS

Tempo fa comprammo un po di polenta, dall’azienda Iris. In attesa di chiarire meglio con loro, vi segnalo che il lotto acquistato era fuori norma come potete leggere in questo comunicato http://www.irisbio.com/wp-content/uploads/2017/04/COMUNICATO-IRIS-050417rev01.pdf

Problemi sul sito

Problemi sul sito

Alcuni soci ci hanno segnalato di riscontrare dei problemi nel fare l’ordine sul sito.
Vi consigliamo di entrare nel sito loggandovi dalla pagina www.pulminocontadino.it/login inserendo username e password (fig.1), cliccare in cima a destra su FAI LA SPESA (fig.2), procedere poi regolarmente fino al carrello e alla conclusione dell’ordine.
Se si dovesse verificare un problema per favore inviate un messaggio al 3480320239 e una mail a info@pulminocontadino.it nella quale descrivete il problema e in quale fase dell’ordine si verifica, fornendo anche le seguenti informazioni:
il tipo di computer utilizzato (Computer fisso, portatile, tablet o smartphone)
il sistema operativo e versione (Windows 10, OSX 10.11.6, Linux o altri)
il browser (Firefox, Safari, Chrome o altri)

Hai bisogno di una mano?

3480320239

invia un messaggio a questo numero e scrivici fornendoci le informazioni sopra richieste
[button url=”http://mailto: info@pulminocontadino.it” target=”” size=”” style=”” arrow=””]info@pulminocontadino.it[/button]


fig.1


fig.2

Pranzo biodiverso 5 marzo 2017

Con prodotti bio e sostenibili

Il Pulmino torna a Valpiana

è una festa di autofinanziamento, aperta a tutti, anche non soci! Il pranzo sarà con i prodotti dei nostri soci.

Contributo

15 euro a persona; 8 euro fino a 10 anni.

[divider]

Bisogna prenotare

Per il pranzo occorre prenotarsi, dillo a:
Sauro 339 2016633
Michele 333 9725751

[button url=”http://mailto: info@pulminocontadino.it” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Prenota per mail[/button]

[divider]

Programma

  • Area bimbi
  • 11.00 Mostra mercato dei nostri produttori
  • 13.00 PRANZO A BUFFET sostenibile con prodotti bio
  • 17.00 Tè equosolidale
  • Musica
  • Proiezione documentario Dov’è la vita? realizzato in occasione del primo viaggio della Carovana Solidale e Resistente in Grecia, all’interno dei campi profughi, leggi tutto

[button url=”https://www.pulminocontadino.it/wp-content/uploads/pranzo_5marzo_2017-1.pdf” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Scarica la locandina 2017[/button]

[divider]

Come arrivare

GPS 43.004596, 10.852787
Il Centro sportivo di Valpiana è di fianco all’ufficio postale

Pranzo di auguri, riservato ai soci, domenica 18

Cari, abbiamo pensato di trovarci per scambiarci gli auguri, domenica prossima a pranzo. Come altre volte ognuno porta qualcosa da condividere, poi si mette tutto in comune e si mangia. Chi pensa di esserci lo segnali con un sms al 3392016633. Se saremo tanti si farà alle Venaie, altrimenti nei pressi di Massa Marittima.

Consegna il giovedì

Si parte!

Consegniamo giovedì 1 settembre

Ordini: si ordina entro stasera, lunedì 29 agosto, entro le 20.00.
Consegna: giovedì 1 settembre.

D’ora in poi consegniamo ogni giovedì, non più ogni mercoledì. Il giorno entro cui si fanno gli ordini non cambia, resta il lunedì. Si ordine entro le 20.00. Grazie ;-)

Prenotazione pasta e riso

RISO

Preordine indicativo entro il 1 settembre compreso.

Dopo diverse ricerche, pareri, riscontri, abbiamo deciso di provare un acquisto con l’Azienda Terre di Lomellina, si tratta di un’azienda biodinamica.

Qualche info su questa pagina del riso

Possiamo qui prenotare il tipo di riso che poi ordineremo.

I prezzi saranno di circa 3,70 al kg, per le varietà Baldo, Loto (noto anche come Ribe), Rosa Marchetti.

Fate pervenire a info@pulminocontadino.it o con un messaggio su facebook, la quantità e il tipo di lavorazione che volete scegliendo tra: bianco, semilavorato ed integrale. p.e. 3 kg integrale.

Le scadenze delle confezioni sono da 1 anno e mezzo a due anni.
pastariso

PASTA

in vista del prossimo ordine all’Azienda Iris, possiamo segnalare i desiderata.

Soprattutto per quanto riguarda le confezioni famiglia da 5 kg per la pasta bianca, semintegrale e integrale e da 3 kg per pasta semintegrale ed integrale di: farro, grani antichi, e senatore Cappelli. Con un messaggio a info@pulminocontadino.it indicate quanto e cosa verreste acquistare, per una panoramica della pasta Iris
per esempio 1 confezione da 3 kg di Grani antichi integrale.

Prenota pasta e riso

[button url=”mailto:info@pulminocontadino.it”]PRENOTA[/button]

Domenica 5 giugno – visita alla Sterpaia

Domenica alla Sterpaia visita ai campi delle coltivazioni dei Grani Locali. Assaggio prodotti

5 giugno ore 9,30: c/o il Parco Costiero della Sterpaia, (ingresso dalla Strada della Base Geodetica)
visita sui campi sperimentali rivolta a tecnici ed agricoltori
Il Progetto Life Semente Partecipata, la Casa delle Sementi Villa Pertusati (Rete Semi Rurali)
Le varietà locali e le vecchie varietà di cereali: le tecniche di selezione e miglioramento partecipativo
Valutazione delle parcelle LIFE SEMENTE PARTECIPATA per il miglioramento del frumento duro.
Visita sui campi produttivi della SSA Progetto Sterpaia: la valorizzazione delle produzioni cerealicole e delle rotazioni. Un percorso di apprendimento e pratica di un nuovo modello imprenditoriale legato al territorio, le esperienze di filiera che ne hanno tratto vantaggio. La particolare risposta della Sterpaia: adattamento delle varietà e delle popolazioni al terreno salmastro. Assaggi di prodotti.

Lunedì 6 giugno ore 16,00: c/o L’Agriturismo Le Piane del Milia, Località Calzalunga, 165
Incontro di presentazione del progetto LIFE a Panificatori, ristoratori, gestori di agriturismo
La ricostruzione della Filiera cerealicola locale: il pane e la pasta tornano ad essere prodotti tipici del territorio.
La ricerca al servizio delle qualità nutrizionali ed organolettiche delle farine e dei prodotti trasformati.
Le ricadute sulla qualità del territorio e sulle attività turistico ricettive. Aperitivo con assaggio di prodotti.
Visita ai campi di Senatore Cappelli.

Parteciperanno all’evento:
Stefano Benedettelli e Brunella Trucchi (UNIFI, Progetto Semente Partecipata), lo staff di Rete Semi Rurali (Bettina Bussi, Claudio Pozzi),i soci della SSA Progetto Sterpaia
Un’occasione, chi vuole venire lo segnali sulla pagina facebook

Al Centro Sociale di Valpiana il 28 febbraio 2016

Mercato e pranzo biodiverso con i nostri produttori

pulmino6

Era una festa di autofinanziamento, aperta a tutti ed a tavola eravamo in 100 (uno più, uno meno nulla toglie alla testimonianza di una attenzione e partecipazione che nel territorio si sta diffondendo).

Coinvolgere i bambini tutta la giornata

C’era anche uno spazio riservato ai nostri figli che sono stati coinvolti per tutta la giornata in uno spazio loro dedicato (disegni e giochi) e pranzo compreso.
Si dice che pochi di loro abbiano sentito la lontananza temporanea dei propri genitori. Ma forse anche i genitori liberi di muoversi tra i banchetti dei produttori, di chiacchierare con amici e fare nuove conoscenze.

Un circuito economico virtuoso

L’associazione Pulmino Contadino, riunisce gruppi di acquirenti e produttori che vogliono realizzare un circuito economico virtuoso capace di migliorare la qualità della vita dei soci e di tutta la comunità.
A Valpiana erano presenti 14 banchetti dei produttori del nostro territorio più due della vicina Calabria ed ognuno esponeva prodotti diversi. Una vasta scelta di prodotti BIO: pasta, riso, olio, vino, farine, formaggi, frutta secca, frutta e verdura fresche, marmellate, miele, cosmetici, spezie, vestiario, altri prodotti del commercio Equosolidale e consulenze e progettazioni in bioedilizia ed alta efficienza energetica.

10569041_1562503974021378_5857040245708839083_n

Vediamoci, conosciamoci, comunichiamo, valutiamoci

Si è concretizzata la possibilità di vedersi, conoscersi, comunicare, valutarsi nella propria veste di produttore e/o consumatore come elemento importante per la realizzazione del circuito virtuoso. Il momento di comunità come ulteriore elemento caratterizzante e con l’obiettivo di miglioralo e renderlo più frequente.
Un “trovarsi e stare insieme senza vincoli e formalismi di sorta” che è stato gradito dai molti (molti più dei 100 a tavola) che hanno varcato la porta ed hanno passato il loro tempo non solo ai banchetti.

pulmino_merecato

Nel frattempo in cucina…

c’erano le volontarie che operavano alacremente sotto la supervisione e le direttive del nostro cuoco Michele Cocola per la preparazione di un pranzo dalle molte portate. Un pranzo alternativo agli standard culinari attuali e locali e/o che ne richiamava di antichi con un’altra dote da apprezzare di questi tempi, la sua economicità. Decisamente biologico e vegetariano, salvo un assaggio di pesce di pesca locale.

Solo pura e netta sostanza

Anche qui niente formalismi, vincoli visivi di estetica, solo pura e netta sostanza.
All’annuncio a gran voce ad ogni portata ci si alzava, si faceva la fila e nell’attesa, comunque limitata, si comunicava con i vicini e si guardava nel piatto di chi passava per capire quale altra stregoneria vegetariana avremo gustato.

12801239_1706995556238885_8299001007478814632_n

Casa Circondariale di Massa Marittima

I bis, tris ed i vassoi e le teglie vuote finali non hanno necessità di commenti, anche i non vegetariani hanno dimostrato di aver gradito l’innovazione.
Alla fine la presentazioni degli espositori e di chi aveva lavorato per la riuscita della giornata compresi i due ospiti della Casa Circondariale di Massa Marittima.
Resta la promessa di Sauro Pareschi di un prossimo appuntamento nel corso dell’estate.

Il nostro motto è: facciamo la spesa assieme per avere prodotti freschi e genuini che migliorano la società e l’ambiente.

Ti è piaciuto?

Frequentiamoci, anche su facebook, se vuoi.

Vuoi partecipare all’acquisto dei nostri prodotti? Ecco come fare

Conosci un produttore interessato ad entrare nel gruppo? Faccelo sapere.

Speciale Pasqua

Prodotti nuovi e speciali

Questa settimana puoi ordinare i prodotti segnalati qui, sono sospesi tutti gli altri
Continua a leggere

Mercato e pranzo con i nostri produttori

il 28 febbraio a Valpiana pranzo e mercato del Pulmino

facebook_pranzo24
Organizziamo una festa di autofinanziamento, aperta a tutti, partecipa anche se non sei socio!

Ci saranno i banchetti dei nostri produttori e per pranzo i loro prodotti.

15 euro a persona; 8 euro fino a 10 anni.

Per il pranzo occorre prenotarsi.

DOMENICA 28 FEBBRAIO Centro Sociale Mario Grandi Valpiana 43.005120N 10.853730E

Programma

11.00 Mostra mercato dei produttori

13.00 PRANZO A BUFFET
con prodotti locali freschi buoni e sani

Sempre: AREA BIMBI

ESPOSITORI

Scarica la locandina

[button url=”https://www.pulminocontadino.it/wp-content/uploads/pulmino_28feb_mail.pdf” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Scarica la locandina[/button]

[divider]

Vuoi prenotare?

Dillo a:
Sauro 339 2016633
Michele 333 9725751

[button url=”http://mailto: info@pulminocontadino.it” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Prenota per mail[/button]

Domenica vieni alla festa!

il 28 febbraio a Valpiana pranzo e mercato del Pulmino

facebook_pranzo24
Organizziamo una festa di autofinanziamento, aperta a tutti, partecipa anche se non sei socio! Ci saranno i banchetti dei nostri produttori e per pranzo i loro prodotti.
15 euro a persona; 8 euro fino a 10 anni.

Per il pranzo occorre prenotarsi.

Programma

Leggi il programma della festa e tutti i dettagli nella locandina

[button url=”https://www.pulminocontadino.it/wp-content/uploads/pulmino_28feb_mail.pdf” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Scarica la locandina[/button]

[divider]

Vuoi prenotare?

Dillo a:
Sauro 339 2016633
Michele 333 9725751

[button url=”http://mailto: info@pulminocontadino.it” target=”” size=”” style=”” arrow=””]Prenota per mail[/button]

Associazione Castagna Alta Maremma

insieme a tutela del castagno

L’associazione Castagna Alta Maremma dal 2003, anno della sua nascita, si è impegnata nel recupero dei castagneti che si estendono da Roccastrada a Sassetta passando da Montieri, Massa Marittima, Monterotondo, scendendo fino a Gavorrano e Scarlino; dove abbiamo un iscritto che ha uno dei marroneti più vasti di tutta la provincia.

I castagni rappresentano sulle nostre colline l’essenza principale di cui sono costituiti boschi, visto che le prime piantumazioni iniziano già con i romani. E’ però dalla fine del dodicesimo secolo che diventa coltivazione intensiva.
A seguito all’epidemia di peste (1347-1353) che portò alla morte migliaia di persone (circa 1/3 della popolazione europea) diventò importantissima la risorsa castanicola, che permetteva di avere raccolto con basse esigenze di cure colturali a differenza di quello che avveniva nei campi. E’ da quel momento che il castagno assume una grande importanza anche a livello alimentare meritandosi l’appellativo di “Albero del pane”.
Questa dieta, basata sull’uso del prodotto castagna, soprattutto conservato tramite essiccazione che ne permetteva un uso più lungo nel corso dell’anno, rimane diffusa nelle popolazioni collinare e montane fino agli anni ’50 del secolo scorso. Dagli anni sessanta, con il cambiamento economico, la diffusa industrializzazione di tutto il paese e le sopraggiunte nuove fitopatie (cancro e mal dell’inchiostro), il castagno perde la sua rilevanza come risorsa di sussistenza; inoltre si assiste ad un progressivo spopolamento delle zone collinari e il conseguente abbandono della coltivazione della quasi totalità dei castagneti.

I castagneti dei nostri territori raccontano questa storia, per questo circa il 95% dei castagni è rappresentato da varietà come la rossolina e la carpinese che sono adatte sia all’essiccazione che all’alimentazione animale. I marroneti sono rari e meno diffusi visto che, solo dopo il 1920, si diffonde l’abitudine ad innestare questa specie. E’ in questo quadro che si trova ad operare la nostra associazione cercando di recuperare una coltivazione ormai abbandonata da anni ma che potrebbe rappresentare nel nostro territorio un’importante fonte economica. Al fine di dare impulso a questa coltivazione abbiamo recuperato l’uso di due seccatoi tradizionali a legna dove i nostri soci possono portare le castagne fresche e avere, dopo 40 giorni di essiccazione a fuoco morto, il prodotto secco per poter fare la farina, prodotto molto ricercato sul territorio nazionale. Inoltre stiamo testando nuovi metodi di essiccazione attraverso l’uso della risorsa geotermica diffusa in alcuni dei territori dell’associazione.

Ovviamente la strada che stiamo percorrendo è ancora molto lunga e ci troviamo ad affrontare molti ostacoli. La diffusione del patogeno Cinipide galligeno e la conseguente micosi della castagna mina la quantità di prodotto disponibile, sia al momento della raccolta che al momento della cernita delle castagne secche da macinare, con uno scarto del prodotto secco che si attesta intorno al 50%. I mancati guadagni, i lunghi tempi e l’elevato costo per il recupero dei boschi sono alcune delle difficoltà. La stragrande maggioranza dei castagneti sono inoltre di piccoli proprietari, che non riescono ad aver accesso ai finanziamenti europei perché non iscritti professionalmente come iap o coltivatori diretti. Nonostante le pressioni delle associazioni castanicole, la regione toscana non ha adottato le misure per allargare il bacino di chi potesse avere accesso ai fondi e questo certo non aiuterà un recupero effettivo di ettari coltivati.

Nonostante queste difficoltà, le cifre della nostra associazione crescono grazie ad anni di lavoro su tutto il territorio. Quest’anno abbiamo essiccato circa 90 quintali di castagne nei due seccatoi tradizionali, abbiamo alcune attività commerciali che hanno fatto del prodotto castagna uno dei punti di forza nello sviluppo della loro attività e abbiamo un potenziale mercato di farina di castagne molto ampio che al momento non riusciamo a soddisfare.

Vogliamo chiedervi un aiuto. Aiutateci a rendere nuovamente viva la coltivazione delle castagne. A ridare ai nostri boschi la forma che hanno avuto per secoli. A restituire importanza ad un prodotto veramente tradizionale che ha sfamato decine di generazioni fino ai nostri nonni.

Tel. 3398185078
castagnaaltamaremma.it

Pranzo tra noi

Domenica 20 a Valpiana: pasta e fagioli

Cari,

organizziamo un pranzo per i soli soci e famiglie, per incontrarci, conoscerci meglio, e contiamo che ci sia qualcuno da Grosseto da Follonica e da Castiglione della Pescaia. E’ un’occasione per fare il punto sulla distribuzione, sentire proposte e suggerimenti, raccontare le novità.

Quasi sicuramente in giornata arriveranno le arance e gli altri prodotti dalla Calabria, sarà così possibile ritirarli.

    • Data: 20 dicembre a pranzo. Per preparare chi può arrivi un po prima
    • Luogo: la sala della parrocchia a Valpiana
    • Menu: Ci sarà una pasta e fagioli per tutti, acqua e vino, poi ognuno porterà qualcosa per se e un po di più da condividere.

Per non avere cose solo di un tipo:
– Grosseto, Castiglione e parte di Follonica sul dolce
– gli altri sul salato

A presto

Il Pulmino all’Archivio di Stato a Grosseto

PER UN CIBO SOSTENIBILE E LOCALE
Una proposta per consumatori, ristoratori e produttori

Partecipano Sauro Pareschi e Antonella Pisani
Saranno proiettati filmati sul tema dell’agricoltura naturale
Giovedì 18 giugno ore 17,30 sala conferenze piazza E. Socci, 3 Grosseto

L’Archivio di Stato, nell’ambito delle manifestazioni collegate alla mostra in corso su “ Paesaggio e risorse alimentari in Maremma nell’epoca moderna”, organizza giovedì 18 giugno alle ore 17,30 un incontro per parlare del valore del cibo sano ed etico a filiera corta e di un nuovo sistema di distribuzione nel circuito della Provincia, finalizzato a garantire un prezzo giusto ai consumatori ed una equa remunerazione agli agricoltori locali. Il Pulmino contadino è una idea nata nei gruppi d’acquisto di Massa Marittima e Grosseto e allargata a molti produttori locali, impegnati nella agricoltura sostenibile e biologica. L’interesse per il bene della collettività e dell’ambiente maremmano è che questa esperienza si estenda, oltre che ad altri agricoltori, a più consumatori possibile e anche al mondo della ristorazione, interessato a migliorare l’offerta nei confronti di una clientela sempre più attenta alla qualità. Nel corso dell’incontro saranno proiettati filmati per spiegare che cosa si intende per cibo sostenibile e come le diverse tecniche di agricoltura incidano sull’ambiente presente e futuro, oltre che sulla nostra salute. Parleranno Antonella Pisani, biologa, produttrice e consumatrice critica, e Sauro Pareschi, presidente dell’associazione Pulmino contadino.
All’incontro seguirà una cena presso il bistrò vegano Pasta madre, via Pergolesi 3b, da prenotarsi entro mercoledì 17 mattina al numero dell’Archivio: 0564 24576

Settimana della carne

Settimana buona per l’ordine della carne, che va fatto entro lunedì sera alle 21.00. La consegna come sempre ci sarà mercoledì 3 alle ore 12.00 a grosseto e alle ore 18 a valpiana. Buon ponte a tutti

Questa settimana l’equosolidale. La prossima la carne

Ordini come al solito entro lunedì sera ore 21, consegna mercoledì 27 ore 12 Grosseto, e pomeriggio ore 18 Valpiana